Roberto Fiorini

Roberto Fiorini nasce a Bologna e vive a Ravenna. Matura la sua esperienza nel settore dello studio e della pianificazione degli spazi di lavoro in ufficio, attraverso una trentennale collaborazione con le principali aziende produttive del settore, che inizia negli anni '70 con la Castelli Spa, dove si impiega in ruoli di area tecnico commerciale. Dagli anni '90, in seguito all'acquisizione della stessa da parte di una delle più importanti multinazionali americane del settore, e fino al 2009, sviluppa, in qualità di Dirigente, diversi progetti di start - up e gestione aziendale. Interessato a temi di sostenibilità ambientale, nel 2010 opera all'estero nel settore delle energie rinnovabili e, nel 2011, fonda in Italia la LWS Lean Workspace: azienda che si occupa di diffondere e promuovere i concetti di "lean" Workspace da lui definiti. Nel giugno 2011, riferito a questi temi, pubblica il saggio: "Esistenza, Spazio e Ufficio". Studi di Architettura, appassionato di storia, antropologia ed archeologia, pubblica diversi articoli su principali quotidiani nazionali e, nel 2003 pubblica il saggio: "L'Orizzonte dei Re" in cui affronta il tema dello spazio esistenziale nelle architetture templari delle prime dinastie egiziane.

Homepage: http://www.leanworkspace.com

Linkedin – 19 errori da mettersi le mani nei capelli!


Originally posted on Questione di… Social!:
Se non state ottenendo i risultati sperati, è possibile che stiate commettendo uno o più errori su Linkedin che fanno scappare i vostri potenziali clienti. Avete una sola possibilità per fare buona impressione al primo contatto, e quando la gettate via per errori di questo tipo, avete seriamente chiuso…

Lascia un commento

La Finlandia ha bisogno di riforme strutturali


Originally posted on Keynes blog:
Una tipica ragazza finlandese che vive al di sopra dei propri mezzi Mentre l’ex premier finlandese Jyrki Katainen, neocommissario dell’Unione Europea per gli Affari economici e monetari, spiega all’Italia che deve fare le riforme e che si opporrà ad ogni “flessibilità creativa” per eludere il patto di stabilità, noi siamo…

Lascia un commento

Gianni Garena, GLI ADORATORI DEL DIO CHRONOS. Tracce per un dibattto sul “tempo-lavoro” degli operatori sociali, in Animazione sociale ottobre 2004, pp. 18-30


Originally posted on POLITICHE SOCIALI e SERVIZI:
VAI A: Garena Chronos

Lascia un commento

Un brusco risveglio digitale con la macchina di Rudy


Originally posted on Olmr – Online Media Relations:
Finalmente il velo si è strappato sulle ipocrisie digitali. Il web non è paritario ma fortemente concorrenziale. E’ un mercato nel quale tutti siamo in vendita e il blogging (quello etico, veicolo della libertà di espressione e costruttore dell’intelligenza collettiva, per capirsi) è ufficialmente morto. Tutto questo…

Lascia un commento

The Facebook Experiment: the ‘why’ questions…


Originally posted on Paul Bernal's Blog:
A great deal has been written about the Facebook experiment – what did they actually do, how did they do it, what was the effect, was it ethical, was it legal, will it be challenged and so forth – but I think we need to step back a…

Lascia un commento

Creatività: finalmente un ottimo libro (scritto nel 1924)


Originally posted on cosa ho imparato oggi?:
«Il problema della democrazia è quello di come rendere la nostra vita quotidiana creativa». Mary Parker Follett Su Wikipedia ancora nessuno ha pensato di aprire una pagina in italiano dedicata a Mary Parker Follett (1868-1933). Questo particolare la dice lunga sulla scarsa fama di cui gode in Italia…

Lascia un commento

La generazione informatica: dominio della tecnica e vuoto esistenziale


Originally posted on cosa ho imparato oggi?:
«L’aspetto di Anders Behring Breivik, e anche delle sue vittime a Utoøya, è quello degli informatici». Con questa osservazione Giuseppe Genna inizia a costruire, nelle pagine conclusive del suo ultimo La vita umana sul pianeta Terra (2014), un vertiginoso parallelismo che può forse aiutare a darsi ragione del senso…

Lascia un commento

Potrebbe accadere anche a me?


di Giovanni Carlini I recenti fatti di cronaca, oltre al calcio, schiaffeggiano e offendono la sensibilità delle famiglie e delle persone: come si fa a uccidere a coltellate i figli e la moglie, inseguendo un’infatuazione non corrisposta? Come se non bastasse c’è anche chi ammazza le ragazzine pur essendo padre, figlio, marito, imprenditore (se considerato […]

Lascia un commento

È davvero più facile, in Italia, trovare un lavoro “umile” che un lavoro per laureati?


Originally posted on D I S . A M B . I G U A N D O:
Il tormentone circola ormai da anni sui media e in politica: «Ragazzi, laurearsi non serve a trovare lavoro: meglio un diploma o addirittura la terza media». Ho già espresso le mie perplessità più volte, dati alla mano (leggi ad…

Lascia un commento

Neuroscience as Socio-Cognitive Pollution


Originally posted on Three Pound Brain:
Want evidence of the Semantic Apocalypse? Look no further than your classroom. As the etiology of more and more cognitive and behavioural ‘deficits’ is mapped, more and more of what once belonged to the realm of ‘character’ is being delivered to the domain of the ‘medical.’ This is why…

Lascia un commento

L’innovatore, un dilemma quasi maggiorenne


Originally posted on cosa ho imparato oggi?:
«Il diciottesimo secolo ha abbracciato l’idea di progresso; il diciannovesimo quella di evoluzione; il ventesimo quelle di crescita e innovazione. La nostra era ha prodotto la “disruption”, atavica a dispetto del suo mostrarsi futuristica. È una teoria della storia fondata su una profonda ansietà per un collasso finanziario, su…

Lascia un commento

Science in the era of Facebook and Twitter – get used to it


Originally posted on Heino Falcke (Radboud University) – An astrophysicist reflecting on science, politics, and more …:
Science in the era of Facebook and Twitter – a whirlwind of hypes and likes. “Science is wrong, most of the time” – I am not sure who said that first, but I am sure someone did so well…

Lascia un commento

Dopo i maker, ecco i fixer, nuova frontiera del DIY


Originally posted on cosa ho imparato oggi?:
Sai come funziona il tuo computer? Sapresti cambiarne l’hard-disk o la scheda madre? E reinstallare il sistema operativo? Domande come queste, per lo meno le prime due, generano inquietudine nell’utente medio di computer, cioè nel 99% delle persone. In aiuto a chi decide di fare da sé, non…

Lascia un commento

Costanza d’Altavilla, la zitella che governò un impero


Originally posted on Il nuovo mondo di Galatea:
Una tenda enorme, nel mezzo di una piazza medioevale. Una tenda enorme, e attorno l’andirivieni di gente, servi, famigli, dignitari, nobili, ancelle, cameriere, dottori, notai, armati, cappellani, curiosi, popolo sparso. Una tenda enorme, come se fosse una gran sagra di paese, o una processione, o un torneo…

Lascia un commento

La competenza più importante per il mondo del lavoro? L’intelligenza artigiana


Originally posted on cosa ho imparato oggi?:
La tesi di Futuro artigiano (2011), testo a firma Stefano Micelli, Docente di Economia e gestione delle imprese presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, è perentoria: per ridare vita all’economia italiana e, più in generale, per agire con efficacia nello scenario business odierno risulta vitale recuperare un’attitudine artigianale al lavoro. La novità…

Lascia un commento

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 102 follower