Mobilità verde – In arrivo mille punti di ricarica per l’auto elettrica. Le novità dai produttori


Roma, 19 settembre – Un passo avanti per un’adozione diffusa dell’auto elettrica. Lo fa l’Autorità per l’energia, che ha messo in campo una cifra complessiva di poco più di 2,3 milioni di euro provenienti dalla voce A5 (“Ricerca di sistema”) della bolletta elettrica – uno degli oneri di sistema – per finanziare oltre mille colonnine per la ricarica di auto “con la spina” in tutta Italia, attraverso una quota annuale e fino al 2015.
A fronte del panorama internazionale ed europeo, “l’Italia vive una situazione di ritardo, ma può recuperare – ha spiegato Daniele Bonafede, della direzione mercati dell’Autorità. – In altri paesi sono già diffuse reti di ricarica con possibilità di scegliere da chi acquistare l’energia”. L’infrastruttura ideale dovrebbe garantire un numero adeguato di punti di ricarica, sia pubblici e veloci (per ricariche in meno di mezzora e, in prospettiva, in pochi minuti) sia privati.
I finanziamenti dell’Autorità sono stati assegnati quest’anno a cinque progetti pilota. Il primo è il progetto di Enel Distribuzione con Hera per 310 colonnine a Pisa, Bari, Genova, Perugia, in alcuni comuni dell’Emilia Romagna e dell’hinterland di Milano, che saranno operative entro il 2013. Altri progetti sono quelli per 52 colonnine a Milano e 23 a Brescia, a regime nel 2013, e del comune di Parma per 200 punti, operativi a fine 2012; quello di Enel Energia per 26 punti di ricarica a Roma e nell’hinterland di Milano (operativi entro il secondo semestre 2013) e di Class Onlus per 150 colonnine e 107 nei supermercati di Roma, Milano, Napoli, Bari, Catania, Genova, Bologna e Varese (in servizio dal secondo semestre del 2014). Con questi ultimi due progetti verrà sperimentata la cosiddetta ricarica rapida in corrente continua ad alta potenza (oltre 50 kW), in grado di rifornire in pochi minuti i veicoli elettrici. I gestori dei progetti selezionati devono presentare all’Autorità rapporti semestrali, pena l’esclusione dalle agevolazioni.

Nuove colonnine a Modena e Imola – Proprio in questi giorni sono state inaugurate la colonnina di piazza Roma a Modena e quella di via Caterina Sforza a Imola: rappresentano i primi dei venti punti di ricarica (dieci per ogni città) che Hera attiverà entro le prossime settimane. Sia a Modena che a Imola, le colonnine sono state posizionate, in base a un accordo tra la multiutility e il comune, in luoghi strategici, in prossimità delle grandi direttrici viarie, di facile accesso, dotati di parcheggi e ben serviti da mezzi pubblici.

Brazell, dal petrolio allo spot per l’auto elettrica – Dopo 40 anni di carriera nel settore petrolifero, James Brazell si è messo al volante di un’automobile elettrica. Da quando gli è stata consegnata la Chevrolet Volt elettrica color crystal red, l’ex dirigente, ora 84enne, è diventato un sostenitore dell’energia pulita e interviene con regolarità alle conferenze sull’energia rinnovabile negli Stati Uniti.
La Chevrolet Volt percorre da 40 a 80 chilometri grazie all’elettricità accumulata nella sua batteria, a emissioni zero. Quando l’energia della batteria è consumata, un motore alimentato a benzina genera l’elettricità necessaria all’unità di trazione elettrica e allo stesso tempo mantiene la carica della batteria, estendendo in questo modo l’autonomia della vettura a 600 chilometri. Per ricaricarsi, la Volt può essere collegata a una normale presa domestica da 230 volt.

Accordo tra Peugeot Citroën e Ge – General Electric e Psa Peugeot Citroën hanno siglato un accordo a livello europeo per lo sviluppo di soluzioni innovative nel campo dei veicoli elettrici. Insieme intendono sviluppare una nuova offerta di mobilità elettrica che permetterà ai clienti b2b di integrare i veicoli green nelle loro flotte. Ge acquisterà fino a mille auto elettriche da Peugeot Citroën entro la fine del 2015 da utilizzare in tutta l’Europa.

Iaa: novità da E.On per la ricarica in garage – La multinazionale dell’energia E.On ha messo a punto nuove stazioni di ricarica dell’auto elettrica per i garage privati. I nuovi sistemi, leggiamo in una nota, sono “in grado di garantire una maggiore sicurezza e una maggiore efficacia rispetto all’utilizzo di cavi della corrente tradizionale, che risultano insufficienti per la tensione necessaria alla ricarica e possono surriscaldarsi”. Oltre a questi, E.On lancia sistemi integrati per la ricarica di flotte aziendali, stazioni pubbliche di ricarica veloce e sistemi a induzione senza cavi. Tutte le novità in rassegna al Salone internazionale dell’automobile di Francoforte (Iaa, International automobil ausstellung, dal 15 al 25 settembre).

Fonte: http://www.e-gazette.it/index.htm

Annunci

, , ,

  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

sinistraumbra.wordpress.com/

il sito di Rifondazione comunista dell'Umbria

RAVENNA POSSIBILE

Blog dei comitati Possibile della città di Ravenna

Il simplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come.

Hic Rhodus

Rivista di argomenti e logica civile

Il Resto del Caffè

Antiquotidiano di informazione e cultura

Hebertismo.it

Il portale italiano sul Metodo Naturale di educazione fisica, virile e morale di Georges Hébert

News-Info. Alternativa

Un'informazione alternativa alla "propaganda" mainstream.

Barbara Olivieri

"Non guardare indietro, non stai andando da quella parte."

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: