S&P: l’Europa nel 2012 è in recessione – BBC: EU incasinata e insolvente; oro e armi sono gli investimenti consigliati


La McGraw-Hill Company fornisce (in tutto il mondo ed a chiunque) quelle informazioni e suggerimenti necessari per adattarsi e crescere in tempi di cambiamento. Standard & Poor’s Ratings Services e una delle società del gruppo ed il 5 dicembre 2011 ha messo “il rating sovrano a lungo termine dei 15 membri dell’Unione economica e monetaria (UEM o eurozona) nella lista sotto osservazione con implicazioni negative. Pensiamo che ci sia almeno una possibilità su due che ci farà abbassare ognuno dei valori assegnati ai paesi nella lista” (leggi il comunicato integrale).

Ma l’analisi più interessante è la seguente: “la decisione odierna si basa sulla nostra convinzione che gli stress di tipo sistemico nell’eurozona sono aumentati nelle ultime settimane ad una misura per cui ora mettono pressione al ribasso sulla capacità di credito dell’intera eurozona.  Crediamo che queste sollecitazioni sistemiche derivano da cinque fattori interdipendenti:

  • 1) inasprimento delle condizioni di credito in tutta la eurozona;
  • 2) sempre più marcatamente alti sono i premi di rischio su un numero crescente di debiti sovrani dell’eurozona, tra cui alcuni che attualmente hanno un rating ‘AAA’;
  • 3) continuano i disaccordi tra i decisori politici europei su come affrontare l’ immediata crisi di fiducia del mercato e, a lungo termine, come garantire una maggiore convergenza economica, finanziaria e fiscale tra i membri della eurozona;
  • 4) alti livelli di indebitamento dei governi e delle famiglie in una vasta area della eurozona;
  • 5) il rischio crescente di recessione economica nella zona euro nel suo complesso nel 2012: attualmente ci aspettiamo l’uscita di Spagna, Portogallo e Grecia, e per ora assegnamo una probabilità del 40% che ci sia una caduta della produzione per la zona euro nel suo complesso

Leggi il comunicato integralmente

La BBC aveva già discusso due settimane prima di inconsistenza del “progetto europeo” e del fatto che fosse più un libro dei sogni, una realtà inefficace ed inadeguata a far fronte alla crisi finanziaria. In italiano il programma della BBC suonerebbe come “Fuori dai denti”. In realtà si tratta di una intervista di un vero esperto del settore, di indiscusso successo internazionale e che sia in grado di comunicare in modo diretto e comprensibile concetti chiave su temi di attualità globale. Il punto di vista della puntata di venerdì scorso è quello di Kyle Bass, fondatore di Hayman Capital Hedge Fund, portfolio manager, gestore fiduciario di investimenti, consulente finanziario, preconizzatore della crisi americana del 2008, di quella greca (attuale) e di quella giapponese (che verrà). Mr. Bass è un esperto finanziario dalle riconosciute capacità a livello globale.

Sinteticamente dice che i capi di stato e di governo della UE stanno lavorando ad un libro dei sogni (al quale i mercati finanziari hanno già dimostrato di non credere), che loro chiamano riforma dei trattati, EuroSummit, rinuncia dell’autorità fiscale a favore dell’Unione Monetaria Europea. Peccato che nell’analisi dell’esperto ciò non avverrà mentre si tratta di affermazioni retoriche (come la frase “voglio la pace nel mondo” pronunciata da Miss mondo quando viene incoronata).

Nell’intervista Bass afferma che se ci sarà ristrutturazione del debito sovrano a livello globale, si verificheranno lacerazioni nel tessuto sociale e minor coesione sociale, quindi un mondo meno sicuro.

Guarda il video:

Per ascoltare la parte che riguarda la crisi finanziaria dell’Europa e le valutazioni sulla futura crisi del Giappone clicca qui:     Audio

Fonte: S&P: l’Europa nel 2012 è in recessione – BBC: EU incasinata e insolvente; oro e armi sono gli investimenti consigliati.

, ,

  1. #1 di Roberto Fiorini il 30 dicembre 2011 - 14:01

    Mah, l’opinione delle BBC è irrilevante. E’ l’intervistato che forse vale la pena di ascoltare. Kyle Bass è uno dei rider più influenti del capitalismo finanziario che affligge il nostro spread. Capire il suo punto di vista ci può aiutare a comprendere se siamo sulla buona strada verso il disastro o meno..

    Mi piace

  2. #2 di Mario Placidi il 30 dicembre 2011 - 08:05

    Hanno un debito fra governo e famiglie del 220%, un debito estero di 7 trilioni di sterline e stampato 1,8 trilioni di sterline negli ultimi 3 anni per salvare le banche … quando mi spiegheranno come uscire da questo casino allora darò ascolto alla BBC

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

sinistraunita

sinistraunita

RAVENNA POSSIBILE

Blog dei comitati Possibile della città di Ravenna

Il simplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come.

Hic Rhodus

Hic Salta!

Il Resto del Caffè

Antiquotidiano di informazione e cultura

Hebertismo.it

Il portale italiano sul Metodo Naturale di educazione fisica, virile e morale di Georges Hébert

News-Info. Alternativa

Un'informazione alternativa alla "propaganda" mainstream.

Barbara Olivieri

Non solo un architetto

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: