Crollo auto: Marchionne, ovvero il peggiore spot per la Fiat


Marchionne è il peggiore spot pubblicitario a cui la Fiat potesse aspirare. In un sol colpo, da solo ha cancellato radicalmente ogni ragione “emotiva” per cui gli italiani acquistavano Fiat. E infatti hanno smesso di botto di acquistarla.

di Debora Billi – petrolio.blogosfere.it.

Leggo le ultime dichiarazioni di Marchionne: in Italia c’è un sito Fiat di troppo, licenziare, chiudere, andare in America che è molto meglio che qua, eccetera eccetera. Che il mercato dell’auto sia in crollo verticale lo sappiamo tutti, che fosse un crollo ultra annunciato anche. Da anni sappiamo che di automobili non ne servono più, malgrado i trucchetti di Euro4, Euro5 e così via, e che al massimo ci si può aspettare delle blande vendite di ricambio del parco circolante.

Lo hanno già fiutato i giovani, per i quali “la macchina” non è più uno status symbol ed è anzi un cult riservato agli anziani.

Poi ci si è messa anche la crisi, che ha reso l’automobile un oggetto costoso da mantenere, un impiccio economico che pesa sulle famiglie e di cui si cerca di fare a meno del tutto, altro che comprarla nuova.

Ma c’è da ricordare anche un altro dettaglio: da sempre, comprare un’auto implica valutazioni emotive, oltre che strettamente pratiche. Ben lo sanno i pubblicitari, che fanno leva su aspetti esoterici che nulla hanno a che vedere con costi e praticità d’uso. Tra tali valutazioni emotive, nel caso Fiat ha da sempre spiccato l’italianità del prodotto: comprare Fiat era comprare italiano, pur con tutti i famosi difetti, era comprare tradizione, lavoro, industria italiana.

Poi è arrivato Marchionne. E comprare Fiat è diventato per tutti “comprare Marchionne”. Mai come in questo caso si è presentata lampante la famosa domanda: “Comprereste un’auto (nuova) da quest’uomo?”, e gli italiani hanno risposto in coro: “Manco per il cavolo”.

Marchionne è il peggiore spot pubblicitario a cui la Fiat potesse aspirare. Supponente, saccente, amante degli USA e sprezzante nei confronti dell’Italia, menefreghista verso i lavoratori e l’industria italiana, altezzoso con gli italiani trattati come una mandria di falliti. In un sol colpo, da solo ha cancellato radicalmente ogni ragione “emotiva” per cui gli italiani acquistavano Fiat. E infatti hanno smesso di botto di acquistarla.

Attenzione: non è una valutazione su Marchionne, che a qualcuno (in genere a chi è succube della personalità di personaggi spietati) può anche piacere. Si tratta proprio di una mera questione di marketing: identificare il prodotto con un personaggio così odioso, e così in controtendenza rispetto all’appeal tradizionale Fiat, non può che portare ad un disastro nelle vendite.

E infatti la Fiat, nel mese di Giugno, ha perso il 24%. Ma cosa importa? Basta spostare la produzione e vendere negli USA, dove faranno la fila per comprare Fiat. Come tutti sanno, in USA la crisi non c’è e splende fulgido il sol dell’avvenir.

Fonte: http://www.megachip.info/tematiche/kill-pil/8492-crollo-auto-marchionne-ovvero-il-peggiore-spot-per-la-fiat.html

20120705-225532.jpg

  1. #1 di UPVC doors il 7 luglio 2012 - 05:50

    We are a group of volunteers and opening a new scheme in our community.
    Your site provided us with valuable information to work on.
    You’ve done an impressive job and our whole community will be grateful to you.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

sinistraunita

sinistraunita

RAVENNA POSSIBILE

Blog dei comitati Possibile della città di Ravenna

Il simplicissimus

Chi ha un perché per vivere, può sopportare tutti i come.

Hic Rhodus

Hic Salta!

Il Resto del Caffè

Antiquotidiano di informazione e cultura

Hebertismo.it

Il portale italiano sul Metodo Naturale di educazione fisica, virile e morale di Georges Hébert

News-Info. Alternativa

Un'informazione alternativa alla "propaganda" mainstream.

Barbara Olivieri

Non solo un architetto

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: